La guerra civile spagnola diventa “fiction”

Al tempo della storia-fiction, tutto è possibile. Dunque Marcello Simoni, recensore su Tuttolibri-La Stampa di L’ultima carta è la morte, romanzo di Arturo Pérez-Reverte, può dire che la guerra civile di Spagna 1936-39 fu un “contrasto tra fronte nazionale e quello repubblicano, di ispirazione marxista”. Non fu proprio così. Lo storico Leo Valiani, che quella […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.