La famiglia, i figli, la vecchiaia: abbiamo bisogno di tenerezza

Amelio firma una pellicola ideologica non perfetta, ma pensante e affida a un anziano la missione di dirci che cosa non va ai nostri giorni
La famiglia, i figli, la vecchiaia: abbiamo bisogno di tenerezza

Negli ultimi film Gianni Amelio ha cercato, sin dal titolo, di resuscitare sensazioni e sentimenti andati perduti. Nel 2013 L’intrepido affidava all’Antonio Pane di Antonio Albanese l’onere del rimpiazzo – sostituire per qualche ora un tranviere, un pupazzo, uno sguattero – e l’onore dell’eroe: un film surreale, e ancor più irrisolto, che riesumava virtù, e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.