La “fabbrica del potere” francese coi conti in rosso

L’Ena, istituzione che sforna manager pubblici (anche Macron) rischia di chiudere
La “fabbrica del potere” francese coi conti in rosso

La chiamano la “fabbrica del potere” perché è qui che si formano le future élite della Francia. Ma negli ultimi tempi l’esclusiva École nationale d’administration-Ena, fondata nel 1945 da una figura “intoccabile” per i francesi come il generale De Gaulle, è diventata anche una “fabbrica di deficit” per la République. Nel 2017 il budget della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.