» Commenti
giovedì 08/06/2017

La dura vita del conduttore tv costretto ai presenzialisti seriali

Caro Furio Colombo, sono stupito della tenacia con cui si continuano a portare ministri e sottosegretari in Tv, non nel senso dell’intervista ma della partecipazione ai programmi che riguardano il loro incarico, e di cui dovrebbero parlare solo giornalisti ed esperti, per garantire un minimo di credibilità. Questa invenzione del berlusconismo non è mai finita. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Mondo

La Casa Bianca innesca la “tempesta imperfetta”

Commenti

Mail box

Commenti

Carcere, la riforma non è per i boss

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×