“La cosa più strana degli italiani? La fissazione per il Fantacalcio”

Il genietto spagnolo del Milan atterrò a Malpensa a gennaio due anni fa nell’indifferenza generale
“La cosa più strana degli italiani? La fissazione per il Fantacalcio”

Due anni fa, a gennaio, un ragazzo spagnolo scende a Malpensa nell’indifferenza generale. Inzaghi lo impiegherà poco e Mihajlovic persino meno. Oggi quel giocatore, Suso, è uno dei pochi punti fermi del Milan. Nella rubrica Ten Talking Points che curo per il sito del Fatto, Suso è diventato un tormentone affettuoso. Lo chiamo ironicamente “La […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.