La comunicazione perfetta: le balle vincono sulla verità

Donald, personaggio popolare grazie ai social dove nessuno controlla le notizie: l’importante è far aumentare i clic
La comunicazione perfetta: le balle vincono sulla verità

Mamma, dicono che vincerà Trump”. “Dicono chi?” “L’ho visto su Facebook”. Mio figlio ha 15 anni. Da qualche mese ha iniziato a parlare di Trump. Come tutti gli adolescenti per lo più grugnisce, risponde a monosillabi e parla poco. Ma questa cosa di Trump presidente degli Usa l’ha preso. “L’hai visto com’è? È pazzo. Potrebbe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.