La Bonelli come la Marvel, dai fumetti di carta alle serie tv

La storica casa editrice italiana lancia un ramo dedicato alle produzioni: si parte con Dylan Dog, ma c’è anche Dragonero con la Rai. Tra cinema e Netflix i comics sono un affare
La Bonelli come la Marvel, dai fumetti di carta alle serie tv

Pochi giorni dopo l’uscita di un numero di Dylan Dog scritto dal regista horror Dario Argento (con Stefano Piani), la Bonelli annuncia una svolta epocale per la casa editrice che una volta era la più cauta del mondo: nasce un ramo Entertainment, dedicato alla produzione dei contenuti video con protagonisti i personaggi bonelliani. C’è già […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.