La battaglia di Lucia Calamaro: “La solitudine uccide più dell’obesità”

La battaglia di Lucia Calamaro: “La solitudine uccide più dell’obesità”

Silvio vive da solo da tre anni, isolato dal resto del mondo. Non vuole più camminare, nemmeno alzarsi dalla sedia: così lo trovano i suoi tre figli e suo fratello, andati finalmente a trovarlo. Silvio è Silvio Orlando, protagonista dell’ultima opera di Lucia Calamaro – Si nota all’imbrunire (Solitudine da paese spopolato) –, “scritta proprio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.