La banda dei (dis)onesti in trasferta: milioni di euro falsi a regola d’arte

Falsari - Tre “professionisti” napoletani a Taranto sono stati scoperti dalla GdF
La banda dei (dis)onesti in trasferta: milioni di euro falsi a regola d’arte

Tre napoletani ma in trasferta a Taranto, dove se n’erano andati portandosi dietro i macchinari per stampare centinaia di migliaia di banconote false, di quella che il Nucleo Valutario della Guardia di Finanza definisce “ottima fattura”: gli ideatori di questa zecca clandestina sono stati arrestati in flagranza, mentre ne stampavano 164 mila da 50 euro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.