La Banca d’Italia si svegliò 2 anni dopo e non denunciò

Reticenza dei controllori - Via Nazionale sapeva tutto dei trucchi di Zonin sui conti Ma per 21 mesi il capo della Vigilanza Barbagallo ha taciuto informazioni ai pm
La Banca d’Italia si svegliò 2 anni dopo e non denunciò

Il 7 febbraio 2014 un artigiano della provincia di Belluno denuncia alla Vigilanza della Banca d’Italia che, avendo chiesto un prestito alla Popolare di Vicenza, l’erogazione del finanziamento era stata “subordinata all’acquisto di azioni della Banca”. Aggiunge l’onesto signore, che sarà infatti trattato dalla Banca d’Italia come vedremo: “Subito non ci volevo credere, poi mi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.