La “banca” del Campidoglio e gli ambulatori mangia-soldi

Roma - Nei conti dell’Ipa, commissariato e denunciato da Raggi, un centro clinico privo delle licenze e una gestione fuori controllo
La “banca” del Campidoglio e gli ambulatori mangia-soldi

“Un’azienda familiare, con diversi attori, tutti indirizzati al proseguimento di interessi propri, non necessariamente delittuosi”. Dopo due mesi di commissariamento, la fotografia scattata dal commissario straordinario dell’Ipa, l’Istituto di previdenza e assistenza per i dipendenti di Roma Capitale, fa emergere quella che sembra esser stata una gestione incontrollata dell’ente del Campidoglio. E lo scrive nero […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.