Jenni, l’accusa Fb di una madre. Ma sui social nessuna pietà

“Ora non la potete più toccare con le vostre sporche mani”
Jenni, l’accusa Fb di una madre. Ma sui social nessuna pietà

C’è una sua foto su Facebook con 5000 like, 4000 commenti e 1000 condivisioni. Jenni è molto giovane, molto carina. È sdraiata, ha i capelli rasati sopra le orecchie, il numero 13 tatuato sulla guancia sinistra e un teschio messicano stampato sulla maglietta. È pallida, ha le labbra di un colore violaceo. Sembra il residuo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.