Jazz elettrico e spiritualità: la Cabbala secondo Coen

Jazz elettrico e spiritualità: la Cabbala secondo Coen

La sensibilità klezmer incontra il jazz elettrico. Gabriele Coen (sassofonista compositore e clarinettista romano), tra i principali esponenti della Nuova Musica Ebraica in Europa, arriva al sesto album a suo nome alla guida di un sestetto improntato all’elettricità. L’albero della vita secondo la Cabbala come spunto “spirituale” per un’esplorazione laica del sentire umano, le dieci […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.