Italiani brava gente: missione di guerra a scopi “umanitari”

Operazione Ippocrate - In Libia si ripropone un trucco abusato: ospedali prima, o in sostituzione, dei contingenti operativi
Italiani brava gente: missione di guerra a scopi “umanitari”

Le critiche alla missione “sanitaria-militare” in Libia decisa dal governo per conto di un’Italia in vacanza sono comprensibili ma rivolte alle persone sbagliate. Da più parti si sta infatti insistendo sul fatto che i militari italiani hanno imposto un cambiamento al conflitto portando “gli anfibi sul territorio libico”. Si dice anche che la missione cela […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.