“Infermiera killer”. La Cassazione rinvia gli atti al Riesame

“Infermiera killer”. La Cassazione rinvia gli atti al Riesame

“È serena perché sa che non tornerà in carcere”. Così l’avvocato Cesarina Barghini parla di Fausta Bonino, l’infermiera di Piombino arrestata il 31 marzo scorso. Per l’accusa avrebbe causato la morte con ‘bombe’ di eparina di 13 pazienti (saliti poi a 14) nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Piombino dove lavorava. Il 20 aprile la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.