Indipendentisti sì, ma tanto amici del Cremlino

Ingerenze - La Brexit, il Front in Francia e ora la Spagna. Mosca fa leva sulle fratture dell’Europa
Indipendentisti sì, ma tanto amici del Cremlino

Tutto è cominciato ad aprile. Quando a Barcellona viene arrestato il programmatore russo Piotr Levashov, 36 anni, su richiesta degli Stati Uniti perché accusato di cyberspionaggio nel caso Russiagate. Che ci faceva in Catalogna questo misterioso hacker, il re dello “spam”, capo del motore spam Kelikhos, creato nel 2010, ex militare ed ex membro di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.