Indagato il compagno della ministra Guidi. “Lei sapeva”. E si dimette

L’inchiesta sull’impianto Eni di Viggiano (Potenza) costa il posto al ministro. Era un affare da 2,5 milioni per il fidanzato consulente Total

È dal gennaio 2015 che l’ormai ex ministro Federica Guidi e il suo compagno sapevano dell’inchiesta. Lo scrive in due passaggi dell’ordinanza il giudice di Potenza, Michela Tiziana Petrocelli che ieri ha arrestato sei persone. L’ex sindaco pd di Corleto Perticara (Potenza) Rosaria Vicino e cinque dipendenti Eni. Gli indagati sono 60, imprenditori e pubblici […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.