In Salento muore l’ulivo, sotto la “linea rossa” non c’è speranza

Secche, arrese, magari senza foglie, oppure in veste autunnale, ma siamo ad agosto; i pochi sprazzi ancora verdi, sono brandelli di resistenza verso l’ineluttabile
In Salento muore l’ulivo, sotto la “linea rossa” non c’è speranza

Angelo ci piange la notte. Se riesce ad addormentarsi, poco dopo spalanca gli occhi, porta la mano al petto, a volte gli manca l’aria, si alza, apre la porta di casa e guarda l’ulivo davanti. Angelo ha una piccola tenuta agricola, da alcuni anni ha ristrutturato dei ruderi, poche stanze per i turisti e per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.