In Rai non va ancora in onda la trasparenza

“È forse giunto il momento per riconsiderare il servizio pubblico non come una semplice azienda per produrre pubblicità e profitto (…), quanto piuttosto come una risorsa e un investimento da affiancare ad altre risorse dello Stato: la scuola e la ricerca” (da Televisione di Carlo Freccero – Bollati e Boringhieri, 2013 – pagg. 144-145) Èlastricata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.