In pensione più tardi? I ricercatori sono d’accordo. Il governo invece no

Per l’Ocse l’Italia avrà l’età più alta dell’Europa per andare a risposo. Ma il Cnru chiede di uscire a 70 anni come per i docenti

“Governo italiano, per favore, mandaci in pensione più tardi”. È una richiesta, a primo impatto del tutto sorprendente, arrivata dal Coordinamento nazionale dei ricercatori universitari (Cnru). Questi studiosi, in pratica, non vogliono uscire dal lavoro già all’età di 65 anni, come previsto per loro dall’attuale normativa, ma a 70 proprio come accade per i professori […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.