In memoria del cardinale Caffarra: tra “cretini”, Apocalisse e scongiuri

La morte del porporato conservatore, già arcivescovo di Bologna, e l’opposizione clericale a Francesco

Ha reso l’anima a Dio da convinto “papista”, ma la sua morte per i clericali di destra è stata una ghiotta occasione per ravvivare il fuoco della divisione nella Chiesa, al limite dello scisma. Parliamo del cardinale Carlo Caffarra, teologo e arcivescovo emerito di Bologna, spirato a 79 anni la scorsa settimana. Caffarra era uno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.