“In effetti io avrei fame”. E Juncker chiude lo show

È andata! Il 60esimo dei Trattati di Roma passa senza drammi e figuracce: Gentiloni sospira di sollievo. Retorica e poco altro. Alla fine il gaffeur manda tutti a pranzo al Colle
“In effetti io avrei fame”. E Juncker chiude lo show

Io in effetti ho fame”, Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea – sul finire della conferenza stampa in Campidoglio al termine della cerimonia della firma del Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma – dà il via al rompete le righe. Sospiro di sollievo generale, interrotto da Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, che non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.