“In coma? Meglio ibernato“

L’ex compagno Antonio di “Avanzi” e un risveglio nel 2016
“In coma? Meglio ibernato“

Ci sarebbero due opzioni: imbracciare un mitra o fuggire in un eremo. Siccome Antonio è una persona mite, ma soprattutto è abituato a discutere e ama il ‘dibattito’, l’unica soluzione sarebbe rimanere in coma a vita. Anche perché già 20 anni fa non capiva D’Alema, lui che era abituato a Berlinguer, figuriamoci oggi come prenderebbe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.