Implode il partito di Pisapia: “Impossibile allearsi col Pd”

Addio - Campo Progressista si scioglie dopo il balletto sullo ius soli. L’ex sindaco annuncia il ritiro, gli ex Sel migrano verso Liberi e Uguali, Tabacci resta solo
Implode il partito di Pisapia: “Impossibile allearsi col Pd”

Campo Progressista non esiste più. Ne dà il malinconico annuncio Giuliano Pisapia, il fondatore del piccolo movimento, autoproclamato federatore dell’infederabile centrosinistra: “Ci abbiamo provato, per molti mesi, a costruire un centrosinistra in grado di battere destre e populismi. Oggi dobbiamo prendere atto che non siamo riusciti nel nostro intento”. Pisapia s’arrende. L’accordo con il Pd […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.