Impazzano i muri: da Calais a Trinità dei Monti

Chissà come nell’età della globalizzazione, delle frontiere aperte e delle Unioni, nascono come funghi i muri e non i ponti. Il governo di Londra ha annunciato che i lavori per la costruzione del muro di Calais inizieranno questo mese e dovrebbero terminare entro la fine dell’anno. La barriera, finanziata dalla Gran Bretagna, sarà alta 4 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.