Il voto postale, secondo rush finale per l’Austria infelix

Domani - La ripetizione delle elezioni per scegliere tra Hofer (ultranazionalista e favorito) e Van der Bellen (Verdi)
Il voto postale, secondo rush finale per l’Austria infelix

Pigliando l’uscita autostradale di Klagenfurt nord, lungo il tragitto verso il centro s’incrociano i pannelli luminosi della campagna elettorale di Norbert Hofer, che vuol essere il “presidente di tutti, anche di quelli che non mi voteranno”, come ha sottolineato durante il suo ultimo comizio giovedì alle 10 e 30 nella sontuosa Festsaal della Borsa di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.