Il vicequestore “scomodo” sospeso per undici mesi

Il vicequestore “scomodo” sospeso per undici mesi

Undici mesi di sospensione I vertici della polizia hanno punito Filippo Bertolami, vice-questore scomodo che da anni denuncia i mali delle forze dell’ordine: dalla promozione dei protagonisti del caso Shalabayeva ai concorsi vinti da dirigenti indagati. Fino agli sprechi milionari per sistemi di videosorveglianza non funzionanti, affitti di immobili e carta da ufficio. Alla fine, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.