Il treno di Renzi: bit d’ordinanza e folla festante

Ma quanto è insensata, fuori dal tempo e megalomane l’idea di affittare un treno vero dalle Ferrovie dello Stato, con relativa occupazione dei binari ordinari, per fingere di essere un viaggiatore comune mentre si sta facendo un tour elettorale per ri-diventare presidente del Consiglio cioè ciò che si era promesso di non voler più essere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.