Il Texone di Breccia, la rivolta dei Modoc e un Tex diverso (ma pure gli indiani)

Il tempo dilatato nell’appuntamento annuale con le 240 pagine
Il Texone di Breccia, la rivolta dei Modoc  e un Tex diverso (ma pure gli indiani)

L’uscita del Texone è ogni anno un momento atteso e temuto: l’albo speciale estivo di Tex è rimasto un rituale ineludibile, uno dei pochi appuntamenti che, in un’epoca di piacere immediati, richiede una lunga preparazione. La curiosità di scoprire come l’artista prescelto per lo speciale ha reso il classico Tex è pari almeno al timore […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.