Il sindaco esiliato: “Me ne andrò in giro”. E il paese è “orfano”

Revocati i domiciliari, Lucano ha il divieto di dimora Salvini lo attacca e lui: “Pensi ai 49 milioni della Lega”
Il sindaco esiliato: “Me ne andrò in giro”. E il paese è “orfano”

Dopo quello del gip di Locri, che aveva disposto gli arresti domiciliari, non c’è dubbio che il Riesame abbia dato un altro colpo alla Procura sull’inchiesta “Xenia” che coinvolge il sindaco di Riace, Mimmo Lucano, ai domiciliari dal 2 ottobre fino a martedì con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.