Il sindacalista Cisl al Lingotto o dagli amici mi guardi Iddio

Non è la prima volta che siamo costretti a ricorrere al classico della canzone napoletana che meglio ha definito il sentimento dello stupore di fronte alla non credibilità del reale. Com’è noto, infatti, Tamurriata Nera inizia come segue: “Io nun capisco ’e vvote che succede / e chello ca se vede nun se crede”. Nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.