Il Senato salva B. Accuse incrociate tra Dem e M5S

Stop - L’aula (130 voti a 120) dice no all’uso delle intercettazioni al processo Ruby ter: 17 Pd e 11 Cinque Stelle non erano presenti

Nel giorno in cui l’ex capo dello Stato Giorgio Napolitano riapre il cantiere della riforma elettorale, il Senato – forse non casualmente – salva il leader di Forza Italia. Palazzo Madama, ieri, ha infatti respinto la richiesta della Giunta per le autorizzazioni di utilizzare nel processo “Ruby ter” 11 intercettazioni tra l’ex Cavaliere e due […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.