Il “segreto” balcanico: piccoli, orgogliosi e figli della guerra

La Croazia sorpresa del torneo condensa gli ingredienti che fanno degli atleti dell’ex Jugoslavia “i brasiliani d’Europa”. Una generazione cresciuta nel mito nazionalista
Il “segreto” balcanico: piccoli, orgogliosi e figli della guerra

Amazing Hrvatska! “Incredibile Croazia!” posta Garry Kasparov sulla sua pagina Facebook. Il grandissimo scacchista (e fiero critico di Putin) è rimasto estasiato dal tifo dei croati: “Che determinazione. L’entusiasmo della gente suonava come una rivoluzione, qui nelle strade di Podstrana! Deve essere la più piccola nazione mai arrivata in finale, dai tempi dell’Uruguay, è storico! […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.