Il romanzo è una partitura muta. La musica la fate voi

Javier Cercas: “L’unica risposta di un libro è che non ci sono risposte, perché l’essenza della letteratura è l’ambiguità, cioè quello spazio che non è dell’autore ma di chi legge”
Il romanzo è una partitura muta. La musica la fate voi

Io credo che non sia possibile la letteratura senza ambiguità – confessa Javier Cercas – perché la vita è essenzialmente ambigua”. Nel suo ultimo libro, Il punto cieco, pubblicato in Italia da Guanda, Cercas s’interroga sulla natura del romanzo, che definisce “il genere delle domande”, sempre al confine tra la finzione e la realtà. Il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.