Il riciclatore delle vecchie lire e il miliardo che diventa euro

Per 20 anni il denaro è rimasto sotto terra. Poi il boss, scarcerato, lo ha dato a un mediatore che l’ha fatto riconvertire da Bankitalia passando per un governo dell’Est europeo
Il riciclatore delle vecchie lire e il miliardo che diventa euro

Questa è la storia di un miliardo di lire chiuso in un sacco e messo sotto terra. Soldi mafiosi tirati su a sequestri di persona e traffico di droga. Un miliardo abbandonato per oltre vent’anni fino a puzzare maledettamente e poi ripescato dal “legittimo” proprietario che ora, dopo quattro lustri di galera per mafia, vuole […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.