Il ribaltone criminale nella curva del Milan

Tornano dopo 11 anni gli striscioni della Fossa e delle Brigate, ma c’è solo il brand. In mano ai nuovi boss del tifo
Il ribaltone criminale nella curva del Milan

Ore 15 di domenica. Stadio Meazza di Milano. In casa dei rossoneri arriva l’Udinese. Il Milan perderà uno a zero. L’antipasto che si consuma allo stadio, però, è di quelli da non perdere per comprendere le dinamiche criminali della curva Sud. Al primo anello blu, infatti, compaiono due striscioni storici. Sono quelli della “Fossa dei […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.