Il reddito universale è di sinistra

I partiti progressisti sono scettici su un sussidio per tutti senza vincoli. Ma sbagliano
Il reddito universale è di sinistra

È in corso fino a domani a Udine il Festival Vicino/Lontano. Questa sera alle 18 la lectio magistralis del filosofo Philippe Van Parijs. Ne anticipiamo un brano. L’idea di un reddito di base garantito (senza cioè alcun requisito specifico per accedervi) va di moda. Dalla Finlandia alla Svizzera, da San Francisco a Seul, se ne […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.