Il reato di tortura può attendere: la legge si ferma

Dopo il diktat di Alfano, Grasso sospende l’esame in Senato: i partiti che sostengono l’esecutivo vanno in ordine sparso
Il reato di tortura può attendere: la legge si ferma

L’introduzione del reato di tortura nel codice penale? Può attendere ancora. Del resto aspetta dal lontano 1988, quando il Parlamento a guida Pentapartito recepì la convenzione delle Nazioni Unite in materia. Ora per il Pd è più importante la tenuta della maggioranza in aula, sempre più scricchiolante e legata agli umori di Denis Verdini e […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.