“Il razzismo di Donald uccide gli Usa”

L’atto di accusa pubblico lanciato dallo scrittore afro-americano il giorno dopo le elezioni: “Dalle donne alle minoranze, ormai tutto il paese è nel mirino”
“Il razzismo di Donald uccide gli Usa”

Giovedì, il giorno dopo le elezioni presidenziali americane, lo scrittore Ta-Nehisi Coates ha tenuto un discorso a Baltimora, durante la kermesse organizzata da Inbound. Con Tra me e il mondo (Codice edizioni, tradotto con grande rigore da Chiara Stangalino) è stato consacrato dalla critica vincendo il National Book Award 2015, un libro nato durante un […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.