Il Quirinale, i partiti e l’impossibile esecutivo-enigma

“Un progetto politico (e sociale) non si nutre solo del disagio degli sconfitti, ma ha bisogno di articolarsi attorno al riconoscimento di un gruppo di riferimento e alla comprensione dei suoi bisogni” (da “La maggioranza invisibile” di Emanuele Ferragina – Bur, 2014 – pag. 47) Abbiamo perso sessanta giorni di tempo a inseguire un governo […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora


entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora

© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.