Il prossimo Parlamento metta la Carta in sicurezza

Il prossimo Parlamento metta la Carta in sicurezza

In queste ore – mentre la nazione inizia a pagare il prezzo dell’intreccio tra referendum costituzionale e plebiscito personale irresponsabilmente operato dal governo Renzi – è convulsa la corsa dei partiti a intestarsi l’eredità politica della meravigliosa vittoria del No. Ma Libertà e Giustizia (che per prima, nel 2014, indicò al Paese la grave diminuzione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.