“Il prossimo governo pensi anche all’editoria”

Il direttore, reduce da un trionfale Salone rilancia per il 2018 e avverte: “In Italia solo i ricchi leggono”
“Il prossimo governo pensi anche all’editoria”

“Sa cosa sto leggendo? Troppe cose a cui pensare (Sur), una raccolta di saggi di Saul Bellow e scopro che i pregiudizi di oggi ci sono sempre stati. È dagli Anni 50 che si sente dire ‘il romanzo è morto’. Bellow s’incazza, perché è il mestiere che lui vorrebbe fare. E infatti poi diventa Saul […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.