Il procuratore Lo Voi contro Di Matteo: vuole ritardare il trasferimento a Roma

Palermo - Il pm della Trattativa “bacchettato” dal capo in un’email ai colleghi
Il procuratore Lo Voi contro Di Matteo: vuole ritardare il trasferimento a Roma

Appena promosso alla Dna, il pm Nino Di Matteo è pronto a lasciare Palermo, ma il procuratore Francesco Lo Voi gli riserva una doppia sorpresa: prima lo bacchetta in una email inviata a tutti i sostituti, poi chiede al Ministero della Giustizia di trattenerlo nell’ufficio siciliano per il massimo periodo consentito. Se l’istanza di “posticipato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.