Il primo giorno di scuola tra fosse e cadaveri

Mosul - Nel sobborgo di Haman per 2 anni ha regnato l’Isis: “Erano vietati anche telefonini e musica”
Il primo giorno di scuola tra fosse e cadaveri

Prigionieri dell’Isis per due anni e mezzo, ora arriva il momento del riscatto per gli abitanti di Hamam al-Ali. Non poteva esserci modo migliore per dimenticare l’infernale passato come il suono, seppur soltanto figurato, della campanella. Quella di ieri è stata una giornata da ricordare pei bambini e i ragazzi della cittadina a 30 chilometri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.