Il “pentito mancato” racconta il “papello” e gli incontri di Mori

Il “pentito mancato” racconta il “papello” e gli incontri di Mori

Vito Ciancimino lo aveva scelto come il “postino” del papello. Ma lui, temendo di coinvolgere Totò Riina in una trappola, rifiutò. Oggi Pino Lipari, ex “consigliori” di Bernardo Provenzano e pentito mancato (Piero Grasso nel 2002 lo definì inattendibile), è considerato l’unico che dall’interno di Cosa Nostra possa offrire una testimonianza ravvicinata sulla trattativa Stato-mafia. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.