Il paradosso di Romero, santo vero ma ancora senza miracoli

La lenta causa per canonizzare l’arcivescovo salvadoregno ucciso dagli squadroni della morte nel 1980

Diventare santi, nella Chiesa cattolica, è anche questione pratica. Ci vogliono tanti soldi (si leggano i vari volumi su Vatileaks atto primo e atto secondo), bisogna vagliare le contingenti ragioni politiche, infine la burocrazia dell’apposita congregazione vaticana esige miracoli certi. Così a fronte di santi canonizzati a velocità supersonica (un esempio per tutti: Giovanni Paolo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.