Il negozio in cui Ginzburg comprava le scarpe

Il negozio in cui Ginzburg comprava le scarpe

“Roma è dimentica e dispersiva. Roma macina e distrugge se stessa”. Così scrive Sandra Petrignani nella bella introduzione di Via degli angeli, rendendo merito al viaggio intrapreso dagli scrittori Angela Bubba – già finalista al premio Strega – e il romano Giorgio Ghiotti. Giovanissimi, lei classe ’89, lui ‘94, decisi a mettersi in cammino per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.