Il modello Asti: ogni candidato ha dietro la banca

Rasero (destra) è vicepresidente della locale Cassa di Risparmio. Il conflitto d’interessi è anche nelle liste
Il modello Asti: ogni candidato ha dietro la banca

Ad Asti i legami tra il centrodestra e la banca cittadina restano strettissimi. Spesso chi esce dai palazzi dell’amministrazione entra nei consigli della banca, della sua fondazione o delle sue società, e viceversa. Inoltre se il passaggio non avviene di persona, ci sono i parenti. Insomma, nonostante i suoi 76 mila abitanti, i nomi sono […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.