Il mistero del Chateau Léoville Poyferré del 1955

Per sapere se un vino è buono bisogna annusarlo e sorseggiarlo lentamente, assaporandolo con il palato. Tuttavia la sua storia può essere un mistero. Come quello delle bottiglie di Chateau Léoville Poyferré, annata 1955, rubate in casa di Percivale Lake, scultore, residente nel Faro di Exmouth, piccola cittadina di mare a nord del Massachusetts. Lake […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.