Il mestiere di Don Vicienzo: insulti e minacce per tutti

L’ultimo è il “chiattona” affibbiato alla consigliera regionale Cinque Stelle Ciarambino, ma De Luca contro il Movimento (e gli altri) si esercita spesso da Casaleggio a Di Maio
Il mestiere di Don Vicienzo: insulti e minacce per tutti

Non solo ha dato della “chiattona” a Valeria Ciarambino, capogruppo Cinque stelle nel consiglio regionale campano, ma con le offese e le minacce di De Luca, a politici e non politici, si potrebbe riempire un manuale del politicamente scorretto. Per vendicarsi di Rosy Bindi, presidente Commissione antimafia, che l’aveva inserito nella lista degli “imprensentabili, don […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.